Browsing "made in italy"

COLLEZIONANDO FRANCOBOLLI 1963

ri2aTramite le nostre collezioni possiamo tornare facilmente indietro nel tempo, con i ricordi, per rivivere alcune piacevoli sensazioni per chi ama la storia. In quell’anno rimane vivo il ricordo dell’omicidio, il 22 novembre, del Presidente Americano John Fitzgerald Kennedy a Dallas.
La Commissione Warren inizia le indagini sull’omicidio. Sui giornali si leggono i discorsi di Malcolm X e continua la lotta contro la discriminazione e la segregazione razziale. Davanti al Lincoln Memorial di Washington, Martin Luther King tiene il famoso discorso in cui pronuncia la famosissima frase “I have a dream“. Dopo la morte di Giovanni XXIII e l’elezione di Paolo VI, il Vaticano riunisce da tutto il mondo 2500 tra cardinali, patriarchi e vescovi per discutere e rinnovare il concetto di Chiesa Cattolica. Il paese di Longarone subisce il disastro del Vajont. Muore Edith Piaf. Viene fondata la Lamborghini. Al largo dell’Islanda, un’eruzione vulcanica da origine all’isola di Surtsey. I Beatles pubblicano il secondo disco. Sono gli anni d’oro di Domenico Modugno e Claudio Villa, Mina, Battisti, Peppino di Capri, Gino Paoli, Gianni Morandi, Rita Pavone, Fred Bongusto, Ornella Vanoni. Bob Dylan, Ray Charles, Ella Fitzgerald, Elvis, Rolling Stones. Il tredicesimo festival di Sanremo è presentato da Mike Bongiorno con le vallette di Lascia o raddoppia? Vincono Tony Renis ed Emilio Pericoli con il brano “Uno per tutte”.

Come già trattato nel precedente articolo del 1971, l’attività filatelica in quegli anni è diffusa. Circolano tantissime cartoline affrancate, nel periodo estivo in riviera adriatica, il traffico di pensieri via posta è elevatissimo.
ri1
Nel ’63 le Poste Italiane emettono il primo francobollo il 25 febbraio a ricordo del 5° centenario della nascita di Pico della Mirandola con un valore facciale di Lire 30. In Marzo escono:
Il Centenario nascita Gabriele D’Annunzio da Lire 30
La Campagna Mondiale contro la fame con due tagli da Lire 30 e da Lir e70
Il Centenario del CAI Club Alpino Italiano da Lire 115
Successivamente vengono emessi: Il Cinquantenario della fondazione dell’INA Lire 30
Centenario della Prima Conferenza Postale Internazionale di Parigi Lire 70
Centenario fondazione della Croce Rossa Internazionale Lire 30 e da Lire 70
Conferenza delle Nazioni Unite sul Turismo Lire 15 e da Lire 70.
In Autunno fino a fine anno:
Due tagli a tema “Europa unita” Lire 30 e da Lire 70
Giochi del Mediterraneo Lire 15 e da Lire 70
Il 150° anniversario della nascita di Giuseppe Verdi Lire 30
Si ricorda il Centenario della morte di Gioacchino Belli Lire 30
Si celebra la Quinta Giornata del Francobollo con un valore facciale di Lire 15
Centenario nascita di Pietro Mascagni Lire 30
Sono tutti valutati sia nuovi che usati in buono stato dai 10 ai 30 centesimi di euro. Sul catalogo è possibile verificare quali siano filigranati a stella e quelli senza nessuna filigrana.
Questa è un’annata con 14 serie di cui 19 francobolli del valore complessivo che non dovrebbe andare oltre i 2 euro per cui alla portata di tutti i portamonete.

v2

 

 

 

 

 

 

Avendo l’elezione del nuovo Papa nel 1963 è interessante l’emissione della Città del Vaticano con sei francobolli sotto il Pontificato di Giovanni XXIII quattro valori a tema Campagna contro la Fame da Lire 5, L.40, L.100 e L.200.
Due valori da Lire 15 e da Lire 160 per il Conferimento premio Bolzan.
il 15 giugno 1963 tre tagli vengono emessi per la Sede Vacante con tagli da L. 10 L.40 e L.100
Sotto il Pontificato di Paolo VI 4 tagli da L.15 – L. 40 – L.115 e L. 200 ricordano l’incoronazione.
In novembre vengono emessi tre per il Natale: Natività Africana da L.10 L. 40 L. 100
e infine a ricordo di SS. Cirillo e Metodio chiudono l’anno con tre valori L. 30 L.70 L.150.

 

v3v1

 

 

 

 

 

È l’anno in cui si perdono due personaggi carismatici: Giovanni XXIII e John Fitzgerald Kennedy in cui le persone avevano riposto tante speranze di pace. Nel Mondo si iniziano a produrre i televisori a colori, in Italia si trafora il Monte Bianco e si parla di centrali atomiche. Vengono emesse le monete da 50 e 100 Lire in più di 30 milioni di unità. Un anno di transizione per l’economia, un anno fantastico.

#NICOLARIZZOLI

SE VUOI SCARICARE ALCUNI PDF CHE AIUTANO A CLASSIFICARE LA TUA PRIMA COLLEZIONE CLICCA SUL TESTO

Giornata Mondiale della Bicicletta

Una vita sana e una corretta alimentazione fanno di noi, esseri umani felici

Una vita sana e una corretta alimentazione fanno di noi, esseri umani felici.

La passione per la pedalata è un’ispirazione intellettuale di alto livello. Dedicare diverse ore nel corso della settimana alla bicicletta è sport ma anche una filosofia, è uno stile di vita sano ed economico. Il motivo è semplice perché in vetta alla cima montana mentre ancora la salita ha un “tiro”, il corpo è ben ossigenato ma distrutto dalla fatica, la sfida è con se stessi. Capire i propri limiti fisici e psicologici, è pura meditazione. Volare liberi e planare nelle discese collinari, respirare l’aria fresca e frizzante di una valle desolata. La bicicletta è libertà e purezza. Non inquina, chi pedala rispetta l’ambiente. Una natura che ha necessità di vivere in leggerezza e genuinità, chi spinge sulle due ruote rispetta queste regole. Peccato per questo maledetto traffico perché anche la città dovrebbe essere più vissuta con dei mezzi a pedali. La politica indica questa direzione, infatti nel “decreto rilancio” è previsto un bonus pari al 60% della spesa con un massimo di 500 €uro per chi acquista biciclette e veicoli con pedalata assistita e monopattini anche elettrici che rispettino i requisiti normativi. Gli accessori come lucchetti caschi, ecc sono esclusi. I mezzi anche usati possono usufruire del rimborso direttamente al momento dell’acquisto. Sarà il negoziante o il fornitore a scontare la cifra e a ottenerla fino a disponibilità dei fondi. Inoltre fare molta attenzione ai requisiti, informatevi bene prima di acquistare, magari direttamente sul sito istituzionale del MIT. Il Ministero dell’Ambiente intende favorire la mobilità sostenibile e condivisa. Eureka! Finalmente i signori della politica si sono sensibilizzati al rispetto della natura. Ora non rimane che lavorare ancora sullo sviluppo delle piste ciclabili. Io vivo a Bologna e direi che non posso lamentarmi, ma sarebbe un sogno, poter girare tutta Italia in piste ciclabili e magari portarsi i propri figli senza correre il rischio di essere investiti e pedalare sereni, per alimentari anche i rapporti famigliari. La Giornata Mondiale della Bicicletta ci ricorda che “Una vita sana e una corretta alimentazione fanno di noi, esseri umani felici”.

 

#NICOLARIZZOLI

Turismo tra le note

Turista Musicale

Turista Musicale

Non occorre aver come unico obiettivo la musica per decidere una meta turistica ma si può creare un incentivo a spostarsi, verso mete lontane, per conoscere e deliziare il proprio intelletto di note e culture diverse dalla nostra, questo è abbastanza per tracciare rotte alternative alle solite vacanze. Tante persone quando sono in viaggio cercano di vivere come gli abitanti anche solo per qualche istante. L’atteggiamento più comune è sedersi a tavola e ricercare la specialità tipica sul menù. Alcuni comprano il ricordino, la tshirt con stampato il logo che raffigura il posto. Altri amano collezionare magliette ad esempio “Hard Rock Cafe” brand diffuso in quasi sessanta paesi del mondo. Mangiare e vestirsi sono modi per cercare il senso di appartenenza.

Mescolarsi in un mercato rionale o in una sagra di provincia durante le vacanze è una passione diffusa. Mangiare bene, bere ottimo vino, trovare articoli esclusivi e ballare, questi sono gli elementi che determinano un atteggiamento comune di un turista. Possiamo andare al mare, in montagna, nelle metropoli internazionali, in tutti i paesi ma questi sono gli elementi per la gran parte delle persone.

Muoversi solo per la musica può essere uno stimolo sufficiente? Non saprei ma questo dovrebbe essere magari accompagnato da altre componenti. Per esempio il festival del fumetto Lucca Comic che negli ultimi anni attrae molte persone è anche una buona occasione per farsi un giro in Toscana, che offre tantissimi spunti per itinerari culturali come Viareggio, Collodi, Vinci, Montecatini Terme. Inoltre è inutile raccontare quali prelibatezze tipiche possa offrire la ristorazione di quella regione.
Una fiera, un evento culturale sono occasioni che permettono di visitare luoghi che altrimenti sarebbe meno prioritario vederli rispetto ad altri se non vi fosse la passione per una determinata attività artistica o sportiva.

In Emilia Romagna la musica ha origini ben radicate con musicisti come Giuseppe Verdi da Busseto, oppure Gioachino Rossini, nato a Pesaro ma bolognese d’adozione. A fine settecento fu ascoltato anche Mozart nella città felsinea. A Bologna è viva una scuola di liuteria di strumenti cordofoni classici, quali viola, violino e violoncello. Una conoscenza, una cultura importantissima, che nasce nel periodo rinascimentale. Quando all’inizio del cinquecento, due maestri liutai Hans Frei e Luca Maller iniziarono a costruire strumenti musicali e per due secoli divennero famosi i liuti lavorati all’ombra delle cento torri. Tradizione tramandata fino ai giorni nostri agli allievi dal Maestro Otello Bignami, il cui laboratorio è visitabile in Strada Maggiore.

Un percorso culturale che vive da sempre e nell’anno 2006 Bologna è stata dichiarata dall’UNESCO “Città Creativa della Musica”. Il capoluogo emiliano è la prima tappa per chi ama fare turismo musicale, magari la buona tavola, l’ottimo vino e cerca un pò d’intimità. Ora non rimane che cercare tramite il portale “Bologna Welcome” la giusta dimensione, scegliere quale itinerario culturale è più consono alle proprie passioni, poi partire.

Per i puristi sarebbe ottimo scegliere fra queste macro aree:
Indy – Rock indipendente nei locali, nei centri sociali e nelle location da concerto live tra il reggea, lo ska e il rock suonato e magari un pò cattivello. Dove suonano le band più ricercate.
Club – Hai presente quelle siscoteche tipiche della Romagna? Quelle balere con il genere Pop che partono dalle più popolari fino alle più esclusive per i fighetti, ecco quelle.
Elite – Poi rimane il Jazz e la Classica. In ambiente raccolto, descritto con quella leggerezza a rappresentare quasi una bomboniera artistica.

Il turista musicale per una di queste tre ragione, parte anche solo per una serata, un weekend. Giunge nella discoteca in riviera, oppure nel festival jazz oppure per il concerto dei Divine Comedy o degli SkaP.
Come descrive Carlo Lucarelli: la gente sotto le due torri lavora a Modena, dorme a Bologna e si diverte in riviera. Presto, inizierò a raccontare qualche viaggio musicale.

#NICOLARIZZOLI

Sport, allenamenti individuali

calcioOggi, 5 maggio 2020 alle ore 15,00 iniziano a Casteldebole gli allenamenti ed è presente anche Mihajlovic. In questi giorni sembra che troppe persone stiano vivendo con molto entusiasmo la fine del lockdown, forse si dovrebbe lanciare un nuovo hashtag: #prudenzaecautela #sempreallerta se fossimo in Francia #jesuisprudence .
Il Governo ha autorizzato lo svolvimento degli allenamenti individuali, mantenendo una dovuta distanza fra gli atleti, che si dovranno presentare nei centri già in tenuta sportiva, quindi con il divieto assoluto di creare assembramenti.
Alcuni club di Serie A torneranno a correre sui campi all’aperto tra il 5 e il 6 maggio: Juventus, Atalanta, Lazio, Roma… Ogni società adotterà un metodo diverso, alcuni faranno visite mediche, alcuni non hanno ancora pianificato una data, altri propongono una base volontaria o facoltativa.
La base comune a tutti è il danno economico che ha colpito l’intero indotto. Le società dovranno risarcire i biglietti ai tifosi per non aver fruito dell’intrattenimento e moderare/rinnovare i compensi dei calciatori. I media televisivi hanno grosse difficoltà a onorare i contratti riguardanti i diritti. Possiamo immaginare e ipotizzare ogni possibile scenario, ma sono gli addetti ai lavori che dovranno inventarsi come fare fronte a questa grossa crisi epocale. È un argomento che può essere aggirato con frasi banali e populiste, ma la realtà è che il sistema economico è influenzato dal calcio in una fetta importante. Rappresenta per l’Italia, una delle prime imprese italiane per contributi al fisco, giro d’affari miliardario e prodotto interno lordo. Questo mi basta per capire che il Ministro Spadafora è poco credibile quando afferma che non attribuisce un’alta priorità a questo sport rispetto ad altri che hanno un giro di affari magari esiguo. Mi induce a pensare, invece, che lui al momento è il più alto mediatore tra tutte le società di Serie A e B, le associazioni di settore e senza dimenticarsi l’ambito internazionale ed europeo. Inoltre una decisione avventata potrebbe causare danni economici colossali o peggio infetti e malati.
Come sul metodo e l’organizzazione, tutte le società hanno esigenze e interessi diversi, legati alla ripresa, emergenza sanitaria a parte. Le decisioni daranno seguito a ricorsi, perché un beneficio per una società potrebbe risultare un danno per altre e viceversa. Sicuramente il Ministro ha scelto la strada della sensibilità umana, ponendo la domanda che potrebbe avere un riscontro immediato: Al primo positivo, che facciamo? (Come per esempio nella Bundesliga in Germania con dieci contagiati) Non è una riflessione banale, anzi #cautela. La Juventus sicuramente è intenzionata a continuare, per via delle coppe europee, infatti sono curioso di sapere, cosa accadrà per i quarti contro il Lione. Per via dell’attuale classifica, il Milan potrebbe trovarsi a rinunciare all’Europa il prossimo anno. Lazio e Inter avrebbero potuto giocarsi lo scudetto. Poi ancora chi potrebbe retrocedere ed essere promossa? Poco conta il risultato sportivo riguardo i tifosi, la decisione finale sarà relativa a grossi guadagni oppure a grosse perdite. Il Ministro sta facendo la cosa più condivisibile, prende tempo. Purtroppo per lui, dovrà prendere delle decisioni a riguardo la ripresa o meno. Dovrà seguire una linea politica in accordo con l’attuale Governo, non credo che la soluzione si possa trovare sottraendosi alle responsabilità ma prendendo una direzione. Quindi forza e coraggio, attendiamo il prossimo DPCM dove ci saranno le linee guida.

#NICOLARIZZOLI

 

Concerto PRIMO MAGGIO 2020

musicaDopo trent’anni il concerto del Primo Maggio avrà un contesto atipico, per ovvie ragioni di salute non si terrà a Piazza San Giovanni in Laterano a Roma. La maratona musicale sarà trasmesso su Rai3 e RAIRadio2 in prima serata, maggior parte dei live saranno realizzati presso la sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica di Roma dove è installato uno Stage e in giro per l’Italia, con collegamenti da Milano, Bologna, Firenze e Bassano. Così facendo si è potuto preservare il più possibile l’integrità e la sicurezza degli artisti.

https://www.primomaggio.net/

Ormai ci siamo, gli artisti che si esibiranno sono: Francesco Gabbani, Tosca, Paola Turci, Lo Stato Sociale, Gianna Nannini, Zucchero, Irene Grandi, Rocco Papaleo, Noemi, Alex Britti, Bugo, Ermal Meta, Fabrizio Moro, Niccolò Fabi, Orchestra Santa Cecilia, Eugenio Edoardo Bennato, Cristiano Godano – Marlene Kuntz, Aiello, Le Vibrazioni, Francesca Michelin, Leo Gasmann, Dardust, Fasma, Fulminacci e Margherita Vicario. Sting e Patti Smith. Si collegherà anche Vasco da Bologna. Il filo conduttore lo reggerà Ambra Angiolini.

Verrà decretato il vincitore anche del concorso NEXT selezionati il 20 aprile 2020 i 4 finalisti da Roma ELLYNORA con “Zingara” LAMINE con “Non è tardi“ MATTEO ALIENO con “Non mi ricordo” e da Firenze NERVI con il brano “Sapessi che cos’ho”

Tra i finalisti vorrei segnalare Maru (Maria Barucco) che ha studiato liuteria a Cremona e autrice dal 2012, ha presentato il brano (prodotto da Bravo Dischi) dal titolo “Giorgia“:

Un testo e uno sviluppo musicale molto interessanti e piacevoli, una voce molto particolare. Ascoltando il brano in cuffia e chiudendo gli occhi mi è sembrato di entrare in una dimensione surreale: il mondo di Maru. I suoni e l’arrengiamento sembrano aprire “porte” in diversi contesti temporali, tipici della musica indipendente. Un’artista che racconta una sua storia, qualcosa che sicuramente vale la pena di condividere almeno una volta. Perdetevi sul suo canale YOUTUBE ad ascoltare i suoi brani, ne vale la pensa!

#NICOLARIZZOLI

Oltre ai link che trovate sparsi nel testo vorrei indicare il LINK del canale di MARU

GIORNATA MONDIALE DELLA VOCE

microfonoLa Voce è un ottimo indicatore del nostro corpo e dei nostri stati d’animo. Tramite le inflessioni e le vibrazioni emesse è possibile capire tante cose di un’altra persone: se sta mentendo, se esprime emozione, se prova disagio oppure se è felice, se palesa divertimento oppure se soffre. Lo si può capire anche da un singolo suono emesso, una sola vocale. I neonati fino ai due anni emettono suoni che i genitori capiscono perfettamente: se il bambino è felice, se sta male, se ha fame, se necessita di essere cambiato oppure assistito. Quei suoni primordiali saranno dimenticati e non saranno più utilizzati per il resto della vita, ma comuni alla razza umana. Ogni essere umano neonato, emette lo stesso suono dall’Artide all’Antartide passando per l’Equatore e percorrendo tutti i Meridiani e i Paralleli. Incredibile che tutta la popolazione mondiale riesca a parlare la stessa lingua per i primi due anni, poi subentrano gli stimoli culturali. C’è un altro momento in cui gli esseri umani emettono un suono comune, quando siamo in prossimità della morte. Il rantolo proprio degli agonizzanti e non solo, anche i versi emessi nella sofferenza sono stati oggetto di studio e hanno riportato componenti collettive.

Il più autorevole ricercatore e sperimentatore della tecnica vocale fu Demetrio Stratos nato ne 1944 in Egitto da genitori Greci. Ad Alessandria frequentò il conservatorio, poi divenne studente a Creta, in seguito di Architettura a Milano. Il ventaglio di esperienze culturali e teoriche lo portò a diventare un artista di fama internazionale, leader prima de “I Ribelli” poi di “Area”. Abbandonati i gruppi, con il CNR di Padova condusse studi sull’estensione della voce e ricerche di musicologia riguardo le tradizioni musicali dei popoli. Le registrazioni effettuate provarono che Stratos era in grado di produrre frequenze altissime e di emettere fino a tre suoni contemporaneamente, gettando le basi del canto armonico. Purtroppo una grave malattia lo portò via molto giovane. Il lavoro fu il prodromo di un importante percorso di ricerca. Le sue prestazioni vocali sono tutt’ora incomparabili.

La giornata mondiale vuole stimolare l’opinione pubblica a monitorare la propria voce perché alcune variazioni potrebbero essere un’indicazione di patologie anche gravi. Inoltre viene promosso l’aspetto culturale, la prestazione canora. Si vuole valorizzare il percorso teorico e pratico dei cantanti. Le grandi voci che hanno fatto storia e in Italia siamo ricchi di talenti. L’Italia è il Paese del Bel Canto e chi mai può negarlo.

#NICOLARIZZOLI

 

#cantare #musica #music #canto #singer #sing #musicaitaliana #cantante #singing #instamusic #pianoforte #cantantiitaliani #song #canzoni #suonare #italia #scuoladimusica #cover #cantando #love #corsidimusica #cantanti #corsocanto #corsochitarra #giornatamondialevoce #voce #stratos #musicologia
#musicoterapia